Tafti la Sacerdotessa

DiAbe001.eu

Tafti la Sacerdotessa

“Tafti la Sacerdotessa” è il nuovo libro che stavano aspettando da tempo tutti gli ammiratori di Vadim Zeland, l’esperto di fisica quantistica che ha fatto conoscere a tutto il mondo il Transurfing, un modo nuovo di interpretare la realtà e di “governare” il proprio destino.

Nel libro sono descritte le tecniche di Tafti, “che sono molto più potenti di quelle del Transurfing”. Esse si presentano come un’integrazione significativa e un livello nuovo e superiore di Transurfing.
Nel libro, Tafti ti presenta tre postulati:

Sia nel sonno, sia nella realtà che si vede a occhi aperti, tu dormi.
Sia il sogno che la realtà sono il movimento di un fotogramma.
Il movimento del fotogramma si può gestire, ma tu non lo fai.

E perché non lo fai? In primo luogo, perché sei addormentato, dice Tafti; in secondo luogo, perché non sai che ciò è possibile. Ma quando lo capirai, portai muovere la realtà!

Se è vero che ti muovi secondo la tua volontà, perché le cose non vanno come vuoi? Pensi che non funzionino perché è cosi, e basta.

In realtà, rivela Tafti, le cose non vanno perché tu comunque non agisci secondo la tua volontà ma sei guidato da una sceneggiatura. Non solo, le cose non funzionano perché, per giunta, non sai agire in modo tale che tutto funzioni.

Invece di impostare la realtà sulla pellicola del futuro imminente, combatti con la realtà del fotogramma corrente.

La realtà è ciò che non è mai stato e non sarà mai, ma solo è: una sola volta e adesso. La realtà esiste solo per il fatto che è già avvenuta.

Tu non puoi cambiare ciò che si è già compiuto anche se è proprio quello di cui ti occupi, perché tutto ciò che ti circonda è ciò che si è compiuto.

Per cambiare la pellicola del film devi svegliarti e prendere vita in essa. Tafti ti dirà come fare!

**********

La sacerdotessa ti spiega qualcosa che forse troverai sorprendente: la realtà e il sogno, in sostanza, sono la stessa cosa.

Dunque, per svegliarti nel sonno o nella realtà, devi distogliere l’attenzione dallo schermo esterno o interno e spostarla al centro della coscienza.

“Tremila anni fa ero una sacerdotessa del tempio di Iside. Chi sono io adesso, ve lo dirò più tardi. La cosa più importante è che io so chi siete voi. Perché infatti voi non sapete chi siete, non è vero?”

“Vi parlerò di come funziona il mondo e di cosa succede in esso. Vi dirò perché siete qui e cosa dovrete fare della vostra vita. Perché infatti è vero che non sapete cosa fare della vostra vita?”

Info sull'autore

Abe001.eu administrator